FORTE! FESTIVAL 2022 – I concerti serali

Tutte le band dei concerti serali del FORTE! Festival 2022: Balto, Resina, Massimo Pirone Quintet e molti altri…

FORTE! Festival 2022Tre giorni di musica a ingresso gratuito nel centro storico di Civitavecchia. 13-15 maggio, dalle 17 a notte in piazza Saffi, piazza Leandra, via Monte Grappa. Musica classica, corale, rock, pop, jazz, elettronica, sperimentale, senza barriere di generi: tre giorni di concerti, presentazioni, mostre, show acustici, iniziative itineranti, DJ set tematici, sempre a ingresso gratuito. Artisti e giornalisti di livello nazionale e oltre, e musicisti della scena locale; tanti stili diversi, declinati in spettacoli e incontri di formati differenti, con il comune denominatore della qualità delle proposte. E TUTTO GRATIS!!!

Su via Monte Grappa, come abbiamo fatto in altre occasioni (come per MUSICISTI PER STRADA, nel 2021) c’è un palco dove verranno effettuati i concerti serali elettrici: band di livello nazionale, con a supporto i migliori artisti di Civitavecchia e non solo!

Balto

Venerdì 13 maggio, via Monte Grappa, ore 21

Sugar Beatz e Mosaic (rock d’autore, Civitavecchia) e Balto (indie pop, Bologna)

SUGAR BEATZ – Band civitavecchiese nata nel 2019 da un laboratorio di Stazione Musica, che scrive musica prettamente in stile rock, resa unica dalle influenze di ognuno dei cinque musicisti. Vincitori dell’OPEN STAGE 2021 di Musicisti per Strada, evento organizzato da Forte Festival (a seguito del quale hanno registrato il singolo Il sapore del male con l’etichetta Bassa Fedeltà) e del premio Ca. Ri. Civ. di San Romolo 2022 che si è tenuto presso il teatro Traiano, simbolo di Civitavecchia. Parteciperanno al Fortuna Music Awards, dove sono stati selezionati per le semifinali di Palestrina, con Beppe Vessicchio come Presidente di giuria.

MOSAIC – I Mosaic nascono dal progetto solista del cantautore civitavecchiese Alberto Burattini e stanno ancora sfogliando pagine di wikipedia per capire in che genere collocarsi. Veniteli a sentire e aiutateli in questa loro ricerca! Ad Alberto (chitarra e voce) si sono affiancati tre tra i musicisti più talentuosi della scena locale, Matteo Agozzino (batteria), Daniele Medici (basso) e Andrea Di Giuseppe (tastiere).

BALTO – I BALTO sono una band bolognese nata nel 2017. I portici di Bologna e gli spaghetti alle vongole sul lungomare. Murakami, i treni regionali. La band BALTO racconta la normalità che ci circonda, le vite in bilico col filtro di chi si trova fra i venti e i trent’anni. Notti insonni per cuori incerti. La band nasce all’inizio dell’estate del 2017, quando grazie ad un contest locale ha l’occasione di aprire ai Canova in Piazza del Popolo a Cesena. Anche all’epoca c’erano le canzoni, un mare di storie e il bisogno di raccontarle, ma non ancora un nome definitivo del progetto. Ecco lo sfondo alle registrazioni del primo EP della band, È tutto normale, cinque canzoni focalizzate sull’incertezza quotidiana, con la solitudine in veste di arma a doppio taglio, e il bisogno di rivalsa in fondo al bicchiere dell’accettazione della “vita normale”. Da questo EP spicca il singolo “Spine nel fianco” caratterizzato, mediaticamente parlando, da un riscontro radiofonico particolarmente positivo. A Novembre 2017 l’EP esce per Alka Record, seguito da un tour autoprodotto in tutto il centro e Nord Italia, che si conclude nella primavera di due anni dopo, con tanto di torta e candeline per gli amici e i fan al termine dell’ultimo concerto. La scrittura del primo album era già iniziata nei primi mesi del 2018, con una nuova direzione che influenza sempre di più l’approccio della band nella ricerca della propria verità sonora. La sala prove diventa una stanza in affitto a Bologna, a volte un treno regionale, una panchina sul lungomare alle 2 di notte, dopo una lunga giornata di lavoro dietro a un bancone o a servire ai tavoli. E poi ancora una connessione su Skype tra l’Italia e la Francia, tra Bologna e la Romagna. Tutti momenti scanditi dalla consapevolezza di perdersi la magia del suonare insieme in una saletta di provincia, dal bisogno di farlo superando la lontananza, dal respirare le stesse sensazioni anche a 500 chilometri di distanza. Ad ottobre 2018 arriva l’incontro dei Balto con Manuele Fusaroli, produttore ferrarese di buona parte dei dischi dell’indierock indipendente degli anni Zero e ’10. Il materiale per un album vero e proprio non è ancora pronto, quindi si decide di produrre solamente un singolo insieme. Per conoscersi, studiarsi. Imparare a fidarsi. Nasce un rapporto di stima e condivisione, che porta a Settembre 2019, a cominciare la produzione e registrazione del primo album dei BALTO, insieme allo stesso Fusaroli e al giovane produttore ferrarese Michele Guberti, insieme come Massaga Produzioni. Il primo singolo di questo nuovo progetto, primo vero album della band, Quella tua voglia di restare esce il primo maggio 2020 per Schiuma Dischi e Pioggia Rossa Dischi: nuove melodie pop e testi cantautorali scandiscono l’attitudine rock di un gruppo nato in sala prove, ma cresciuto ad una distanza capace di tessere una tela fra quattro corpi lontani, con quattro cuori vicinissimi.

Resina

Sabato 14 maggio, via Monte Grappa, ore 21

Garg & Dirockati e Francesco Di Iorio (rock d’autore, Civitavecchia) e Resina (pop-jazz, Roma)

GARG & DIROCKATI – Band civitavecchiese attiva da diversi anni, che ha inciso numerosi singoli originali e ha partecipato a diversi eventi di FORTE! Festival. Quattro ragazzi, uniti da una stessa passione per il Rock classico, propongono brani inediti, dal cantato in italiano, che uniscono melodie, che si rifanno ai grandi gruppi del genere, a testi dal profondo significato. Ne é un esempio la bellissima “Rivoluzione Introspettiva”, un viaggio emozionale che, partendo dalla descrizione di sensazioni personali ed intime arriva a descrivere lo spirito generale di un’intera generazione.

FRANCESCO DI IORIO – Francesco nasce a Civitavecchia nel 1995 e inizia a suonare al liceo: grazie all’ambiente scolastico, si avvicina alla musica dal vivo, e inizia a esibirsi con chitarra e voce con un repertorio cantautorale classico. Comincia a collaborare con altri musicisti più o meno coetanei formando i primi gruppi e porta avanti in parallelo un proprio progetto solista, dove sviluppa un personale approccio da cantautore-cantastorie. Nel luglio 2019 esce il suo primo singolo, “Il turco e il calcetto”, che anticipa l’album d’esordio Penelope non vuole, presentato in anteprima in un evento di FORTE! Festival.

RESINA – Qualsiasi storia di un progetto nasce con una grandissima passione e in questo caso si parla di Teresa, sin quando da piccola trovava nelle note la sua ispirazione e la possibilità di esprimere la sua creatività. Crescendo Teresina (Te-Resina… get it?) esordisce con la musica originale a 14 anni con gli Yellow Pecora, continuando il suo percorso in altre formazioni quali Le Mani Avanti, i Neurologici, gli Skasso e con vari altri artisti esplorando diversi generi musicali, senza mai smettere di dedicarsi ai suoi pezzi originali che in quel periodo non risuonavano quasi mai al di fuori della sua cameretta. Nel 2015 durante un viaggio a Cuba conosce il suo mentore: Celestino Esquerre, che la spronerà ad esibirsi e cantare il proprio repertorio originale. Le prime performance riscuotono successo: il pubblico percepisce il forte sentimento che impregna le canzoni e, una serata alla volta, Teresa diventa Resina. Il desiderio di arrangiare le sue canzoni si avvera nel 2018, anno in cui Teresa in una perfetta manifestazione di legge dell’attrazione incontrerà l’attuale batterista con il proposito di collaborare nell’arrangiamento dei suoi pezzi. Oggi, con l’aiuto di Matteo Navarra, Andrea Valiante, Silvio Severi e Riccardo Piergiovanni, Teresa e le sue composizioni diventano finalmente e definitivamente Resina.

Massimo Pirone

Domenica 15 maggio, via Monte Grappa, ore 21

The Suite (pop-jazz, Civitavecchia), Sem Janela (cantautore, Viterbo), J. J. Johnson tribute feat. Massimo Pirone Quintet (jazz, Roma)

THE SUITE – The Suite è un quartetto di musicisti di Civitavecchia, che propone un repertorio di successi internazionali rivisitati in un’elegante ed originale chiave acustica. Negli spettacoli di The Suite, il pop/rock si incontra con il blues e lo swing per un intrattenimento musicale di qualità, impreziosito dalla splendida voce di Vanessa Pes, accompagnata da Giampiero Boncordo (chitarra), Massimiliano Ercolani (contrabasso) e Gino Fedeli (tromba).

SEM JANELA – David Bracchi, in arte Sem Janela, nasce a Viterbo e si innamora della musica fin dai tempi del liceo. Dopo le superiori, si trasferisce a Roma dove inizia a prendere lezioni di musica al Saint Louis College of Music. Nel 2017 parte per il Brasile come volontario di servizio civile: trascorre un anno nella città di Foz Do Iguaçu, e con i ragazzi della comunità mette in piedi un laboratorio di musica in cui costruire piccoli strumenti musicali con materiali di riciclo. Nel 2018 torna in Italia ma riparte subito alla volta di Lisbona, dove la sera si esibisce in diversi locali di musica del vivo con un repertorio italo-brasiliano. Proprio a Lisbona nasce l’idea del suo nome d’arte, ritrovandosi a vivere in una stanza senza la finestra (Sem Janela significa proprio “senza finestra”). Nel 2020 inizia a pubblicare i suoi primi due brani auto-prodotti “Caffè macchiato” e “Bye Bye”, e nell’estate dello stesso anno inizia una collaborazione musicale con l’amico Alessandro “Apollo” Presti, che lo aiuta a costruire un sound ed un vestito musicale ben riconoscibile. A dicembre fanno uscire “Confusi e Distratti”, seguita a febbraio 2021 da “Latte e Miele”. Il brano riscuote ottimo successo, e finisce tra i 50 in gara per il lmnext 2021.

JJ JOHNSON TRIBUTE feat. MASSIMO PIRONE QUINTET – Tributo al più grande trombonista della storia del jazz, ripercorrendo la sua storia attraverso le sue composizioni originali negli arrangiamenti originali adattati e trascritti dal band leader Massimo Pirone. Il tributo si estende ad altri 3 trombonisti che hanno preso molto da Johnson, Kai Winding, con il quale ha creato il tandem di tromboni e ritmica piu famoso della storia del jazz, Curtis Fuller, anch’esso caposcuola ma anche discepolo di JJ ed infine un altro discepolo, il recentemente scomparso Slide Hampton. Il leader Massimo Pirone, al trombone, è accompagnato da Marco Guidolotti (sax tenore), Felice Tazzini (piano), Francesco Pierotti (contrabasso) e Carlo Battisti (batteria). Lo spettacolo che verrà portato al FORTE! Festival 2022, organizzato da WoW Records, è stato lanciato in anteprima nella prestigiosa Casa del Jazz di Roma, poche settimane fa.

FORTE! FESTIVAL 2022 è organizzato da Bassa Fedeltà, Centro del Buongusto, CineCircolo XXI, Classic Rock Magazine, Ensemble InCantus, Filarmonica di Civitavecchia, FORTE! Festival, Fridays For Future Civitavecchia, Granari Spazio Off, La Macchina del Tempo Civitavecchia, Minimum Fax, Stazione Musica, Venite e Vedrete, WoW Records.

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti la nostra newsletter e le informazioni sulle attività di Forte! Festival. Puoi sempre utilizzare il link di cancellazione incluso nella newsletter.