Walter Celi & Blend Project: le foto (29/5/22, via Monte Grappa)

Pop, funk, jazz e tanta energia: il concerto di Walter Celi & Blend Project è stato una bellissima festa, che speriamo di poter ripetere in un contesto che permetta anche di ballare sulle note del quartetto barese!

Walter Celi & Blend Project a FORTE! Festival (foto di Roberta Barletta)

L’occasione era troppo interessante per farcela sfuggire: il Blend Project, la band funk-jazz di Walter Celi, polistrumentista, cantante e songwriter barese, era in tour dalle nostre parti, e Giordano Tricamo di Stazione Musica aveva ricevuto la loro disponibilità per una data extra del tour, che avremmo potuto ospitare nella nostra piazza dei concerti, via Monte Grappa…
E allora, anche se la fatica del festival non è ancora stata smaltita, abbiamo deciso di rimboccarci le maniche e organizzare una serata a sorpresa, affiancando come spalla all’entusiasmante quartetto barese uno dei nostri cantautori, Alberto Burattini, e confezionando il tutto come una delle nostre serate costruite, al solito, insieme agli amici di Mood, ReCycle e Cantuccio: e la vostra risposta ha dimostrato che ne valeva la pena, visto la piazza piena (noi abbiamo contato oltre 150 persone nel momento di punta, con un via vai continuo di curiosi, magnetizzati dal suono energetico che usciva dalle casse dell’impianto) e i tanti amici musicisti che sono passati a salutare, rimanendo poi catturati dal tiro di Walter e della sua band – come Duilio Galioto (Avion Travel, Daniele Silvestri, Giovanni Truppi) e Tiziano Leonardi (Cugini di Campagna).

Dopo l’apertura di Alberto Burattini, che ha presentato in una versione inedita ed efficace – voce e chitarra elettrica – alcuni dei suoi brani recenti arrangiati con i Mosaic, Walter Celi ha catturato l’attenzione del pubblico con un repertorio pieno di funk, giocato tra inglese e italiano, con la tromba a colorare di jazz e la sezione ritmica a riempire di forza melodie pop che entrano subito in testa, in un’atmosfera di festa che faceva davvero venire voglia di ballare, come traspare anche nella consueta galleria della nostra Roberta Barletta.

Un’ora e più di grande musica, suonata con grandi passione e tecnica, in grado di avvincere già al primo ascolto (nella scaletta brillavano i singoli Selfish e Pray, ma anche la cover di Amarsi un po’ e le composizioni in italiano del repertorio più recente ci sono rimaste in testa), come testimoniato anche dal gran numero di ascoltatori che sono corsi ad acquistare il CD della band a fine concerto: e se il livello altissimo della qualità della proposta per noi non era una sorpresa (il quartetto ha alle spalle una storia di palchi importanti, e nelle prossime settimane aprirà per band come i Morcheeba!), siamo rimasti tutti davvero colpiti dalla risposta entusiastica del pubblico, che ha ascoltato con attenzione e risonanza un concerto fatto tutto di brani originali, senza scorciatoie o strizzate d’occhio.

La musica bella non ha bisogno di trucchi, e i tanti amici passati domenica ad ascoltare quella di Walter Celi hanno dimostrato una volta di più che siamo in tanti a cercarla e a saperla riconoscere: e siccome stavolta ascoltarla da seduti un po’ ci è pesato, speriamo davvero di poter riportare Walter Celi & Blend Project a Civitavecchia in una situazione diversa… che permetta a tutti di ballare, come loro ci hanno chiesto a più riprese anche durante il concerto!

Lascia il tuo commento

Il tuo indirizzo e-mail viene utilizzato solo per inviarti la nostra newsletter e le informazioni sulle attività di Forte! Festival. Puoi sempre utilizzare il link di cancellazione incluso nella newsletter.